BARBARA GILI FIVELA
VICE-DIRETTORE
 
[ area di ricerca ]  [ curriculum sintetico ]
[ pubblicazioni ]  [ progetti ]
 
indirizzo ufficio: DIPARTIMENTO DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE,
VIA TARANTO 35, LECCE 73100 - ITALY
email: barbara.gili.cril@ateneo.unile.it
telefono: +39 0832294440
fax: +39 0832294440
 
Principali aree di ricerca:
fonetica e fonologia, pragmatica, acquisizione della lingua straniera/seconda
 
Curriculum sintetico:
Laureata in Filosofia nel 1994 presso l'Università degli Studi di Torino, nel 1995 ha svolto attività di ricerca sulla sintesi vocali allo CSELT, laboratorio per le telecomunicazioni (attuale Loquendo).
Dal 1995 al 1998 ha effettuato il corso di Perfezionamento in Linguistica presso la Scuola Normale Superiore di Pisa, specializzandosi nello studio fonetico-fonologico della prosodia; durante il triennio, ha arricchito la sua formazione presso il Dipartimento di Linguistica dell'Ohio State University, Columbus (U.S.A.) - a.a.1996-1997. A partire dal 1998 è stata impegnata in progetti di ricerca sul parlato cofinanziati dal MIUR, ed ha approfondito le conoscenze fonetico-fonologiche per mezzo dell'attività svolta presso l'Università des Saarlandes, Saarbrücken (Germania), l'IPDS di Kiel (Germania) e l'LPL di Aix-en-Provence (Francia). È autrice di numerosi contributi su argomenti di fonetica e fonologia, pubblicati in atti di convegni e riviste specialistiche nazionali ed internazionali.
Ricercatrice presso l'Università di Lecce, è stata docente di Fonetica Sperimentale dall'a.a.2001-02 al 2005-06; attualmente insegna Linguistica Generale e Fonologia.
Curriculum completo
 
Pubblicazioni:
 
Progetti:

Correlati articolatori ed acustici delle opposizioni di durata in italiano.
Il progetto è volto ad acquisire dati relativi alle caratteristiche articolatorie ed acustiche delle produzioni di fonemi della lingua italiana. Obiettivo primario è sviluppare proposte per la modellizzazione di opposizioni fonologiche di durata all'interno della 'Gestural Phonology', verificando le ipotesi pertinenti proposte all'interno della 'speech motor control theory'.
Sono stati effettuati alcuni studi sull'opposizione di durata nel sistema consonantico dell'italiano. I dati acustici ed articolatori raccolti sino a questo momento sono relativi a varietà settentrionali di italiano. Dal punto di vista articolatorio, sono stati acquisiti dati cinematici ricavati medi ante il sistema ELITE - presso il CNR di Padova (sistema simile all'Optotrack) e grazie all'articulografo 2D - presso l'ICP di Grenoble.

Responsabili esterni:
- C.Zmarich - CNR Padova, Italia (Home Page) (Pubblicazioni)
- GIPSA-lab- Grenoble - P.Perrier & C.Savariaux


Aspetti pragmatici e fonetico-fonologici dei segnali discorsivi.
Il progetto - COFIN 2004-2006 www.parlaritaliano.it - si propone di studiare le caratteristiche funzionali dei segnali discorsivi, con particolare attenzione alla relazione tra i valori semantici/pragmatici ed i tratti fonetici e fonologici.
L'attenzione è stata focalizzata su 'allora' e le sue funzioni interazionali, meta-testuali e cognitive. Gli aspetti funzionali e fonetico-fonologici sono stati studiati all'interno di vari corpora di italiano parlato. È in fase di ultimazione un primo studio contrastivo sulle caratteristiche semantico-pragmatiche di 'allora' in testi scritti in italiano e francese.

Responsabili esterni:
- Prof.ssa M. Voghera (coordinatore nazionale)
- Prof.ssa C. Bazzanella (responsabile dell'unità di Torino)


Romance Language Database.
Il progetto consiste nello studio delle caratteristiche dei confine intonativi nelle lingue romanze. Obiettivi principali sono determinare l’influenza di fattori sintattici e prosodici sulla posizione dei confini, e descrivere le caratteristiche fonetiche e fonologiche dei confini stessi. Il ‘phrasing’ intonativo è studiato all’interno di un corpus di parlato di laboratorio (the Romance Languages Database - RLD), studiato per permettere il confronto delle lingue considerate. Sino ad ora sono state considerati il catalano, due varietà di portoghese, l’italiano e lo spagnolo.
Per quanto riguarda l'italiano, sino ad ora era stata studiata solo la varietà napoletana. Il database sarà presto ampliato ed includerà registrazioni della varietà parlata a Pisa, Toscana.

Responsabili esterni:
- Universidade de Lisboa, Portugal - S.Frota
- Laboratoire Parole et Language, CNRS, France - M.D’Imperio
- Euskal Herriko Unibertsitatea - Universidad del País Vasco - G.Elordieta
- Institució Catalana de la Recerca i Estudis Avançats (ICREA) & Universitat Autònoma de Barcelona (UAB), Spain - P.Prieto
- Universidade do Minho, Portugal - M.Vigário


Intonazione ed interpretazione dell'enunciato.
Il progetto consiste nello studio delle informazioni linguistiche legate alla modulazione dell'intonazione. Particolare attenzione è dedicata ai correlati di aspetti pragmatici che rendano particolarmente problematica l'individuazione delle caratteristiche linguistiche rispetto a quelle paralinguistiche.
L'analisi è condotta sulla base di dati di produzione e di percezione, osservando le funzioni e le interpretazioni associate alle diverse configurazioni intonative. L'allinemento e le caratteristiche di altezza dei bersagli tonali sono messi in relazione alla presenza di entità fonologiche diverse ed alle loro possibili realizzazioni, soprattutto quelle dovute alla forza dell'intento del parlante nel produrre il messaggio verbale.

 
 
Data ultima modifica 16/09/2016
© 2006-2018 Centro di Ricerca Interdisciplinare sul Linguaggio - Webmaster